ServiziMenu principaleHome
Home > Archivio > La mezza stagione errante > Stagione 2016 -2017 > Max era Max - Narrazione e rap lungo la Statale Adriatica

Max era Max - Narrazione e rap lungo la Statale Adriatica

di e con Max Penombra
Collaborazione alla drammaturgia: Michele Pascarella
Disegno luci: Lanfranco Vicari
Collaborazione alla regia: Luigi Dadina
Produzione: Associazione Culturale Il Lato Oscuro della Costa

Lo spettacolo alterna canzoni rap a racconti ispirati alle storie e all’immaginario di Max Penombra, rapper di Savio di Cervia. La cifra è sarcastica e malinconica. In scena, un uomo in tuta nera, t-shirt bianca e giacca elegante, i capelli e la barba curati, siede su una sedia da giardino.
Non si tratta di un racconto autobiografico, ma attraverso piccole storie quotidiane prende forma l’identità frantumata di una generazione all’inizio del millennio, in una Romagna confusa e sguaiata, tra nonne nate all’Asmara, locali alla moda e solitudini, tentativi di trovare un lavoro e una collocazione.

Max Penombra al secolo Massimiliano Benini nasce a Ravenna nel 1984. Nel 2003 assieme a Moder, Tesuan, Polly e Nada fonda il gruppo rap "Il Lato Oscuro della Costa". La band realizza un demo, due album ufficiali. Nel 2011 realizza il progetto "Cose di un anno". Nel 2015 debutta con lo spettacolo di teatro/concerto "Max era Max". Sempre nel 2015 esce "Dallalicious", un ep realizzato insieme a Dj Nersone.